Spello, incontri per strada

Un afoso pomeriggio di inizio estate, uno di quei pomeriggi da starsene sdraiati su un'amaca in riva al mare magari all'ombra di una bella pineta,. ma siccome qui non c'e' mare e non c'e' pineta per staccare un attimo la spina dal solito tramtram lavoravorativo ho deciso di fare un salto a Spello, splendita cittadina umbra che tutti gli anni organizza una manifestazione denominata "le infiorate di Spello". Sono andato li' sabato pomeriggio sperando di realizzare qualche scatto in anteprima tra i vari baracconi messi su per l'occasione. Di fiori neanche l'ombra, avevano preparato vari schemi da riempire ma nulla di nulla dava l'impressione di essere nella città che di li' a poco avrebbe adornato strade con opere d'arte floreali, grande monotonia e incontri di gente tipo zombi che ondeggiavano per il caldo; in questo quadro desolante la mia attenzione è stata rapita per un istante da due ragazze con l'aria di chi: "ma cosa siamo venute a fare qua?", e ho pensato che forse quello squallido pomeriggio afoso asettico e senza senso, potesse trasformarsi all'improvviso in un istante da ricordare.

Ho proposto di realizzare alcuni scatti  trasformadosi per un po' in fotomodelle: normalmente incontro persone scettiche, scontrose, legittimamente ostili a certe proposte che hanno un po' il classico sapore del "provaci tanto male che va ti dice di no". ma questa volta ho incontrato due ragazze che amano la vita cosi' com'e' e agiscono secondo quello che in quel momento ispira il cuore. Personalmente ritengo che le anime libere siano portatrici di bene e di stimoli di vita  da vivere in piena libertà, oltre ogni vincolo imposto e oltre ogni logica costruita per schiavizzare l'umanità. 

In mezz'ora abbiamo realizzato alcuni scatti interessanti che vi propongo.

FORSE C'E' ANCORA UNA SPERANZA.

In un mondo in cui l'egoismo indotto da un sistema politico schiavo del potere economico distrugge sistematicamente ogni residuo di umanità o quanto meno cerca di farlo,  scoprire che c'e' ancora una umanità disposta a mettersi in gioco per il puro piacere di confrontarsi con il mondo è segno di vita, è segno che non tutti sono disposti a cedere alla nuova schiavitu' in cui ogni passo è imposto a norma di legge. C'e' ancora chi ama la libertà mentale e individuale.